SEZIONI NOTIZIE

Pordenone Calcio: mister Domizzi vuole un branco di feroci ramarri contro i leoni di Ciociaria

di Redazione TuttoPordenone
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Vedi letture
Foto

Per la prima volta nel corso del 2021 tutti i ramarri in organico sono in teoria utilizzabili nel match in programma questo pomeriggio (inizio alle 18 con diretta sulla piattaforma Dazn) contro il Frosinone, a eccezione ovviamente dei lungodegenti Finotto e Morra. Per quest’ultimo, operato a legamenti del ginocchio sinistro, la stagione è già conclusa.

“Vero – conferma il tecnico al quale Mauro Lovisa ha affidato le chance di salvezza dei neroverdi -, è stata una buona settimana perché dopo tanti mesi tutti giocatori disponibili hanno potuto lavorare assieme”.

Sono rientrati in gruppo anche Vogliacco e Chrzanowski.

“Ovviamente – precisa Domizzi – dovrò valutare bene le condizioni di ognuno di loro prima di decidere quali elementi utilizzare contro una squadra forte composta da giocatori tecnicamente validi ed esperti con caratteristiche diverse e quindi in grado di interpretare molteplici soluzioni tattiche variandole anche nel corso della stessa partita. E’ un team che, consapevole della propria forza, sa che si tirerà fuori da una situazione in classifica (quattordicesimo posto con 3 punti in più dei ramarri, ndr) che non gli compete”.

Sottolineata la forza oggettiva dei leoni gialloblu Domizzi indica ai suoi ramarri come dovranno affrontare la sfida.

“Per cercare di annullare il gap tecnico – afferma – dovremo essere tatticamente e agonisticamente feroci, indipendentemente da chi scenderà in campo”.

Ovviamente l’ex tecnico della Primavera non dà indicazioni ufficiali sull’undici inziale che sceglierà solo in mattinata. Non dovrebbero però esserci grandi cambiamenti rispetto alle due gare precedenti con la Virtus Entella (vinta per 3-1) e la Cremonese (persa per 1-2). Potrebbero quindi cominciare Perisan fra i pali, Berra, Vogliacco, Bassoli e Falasco in difesa, Magnino, Calò e Misuraca a centrocampo con Zammarini trequartista alle spalle di Ciurria e Musiolik.

Ad arbitrare la sfida che chiuderà la trentaquattresima giornata sarà Lorenzo Maggioni. Il fischietto della sezione di Lecco sarà coadiuvato dagli assistenti Pasquale Di Meo della sezione di Foggia e Luigi Lanotte della sezione di Barletta. Il quarto uomo sarà Lorenzo Illuzzi della sezione di Molfetta.

Altre notizie
Lunedì 10 maggio 2021
14:43 In Copertina E' festa al Teghil, Ramarri salvi! Pordenone-Cosenza 2-0, il tabellino 08:31 In Copertina Pordenone Calcio: la voce del popolo neroverde 08:31 In Copertina Pordenone Calcio: la metamorfosi del ramarro 08:30 In Copertina Pordenone Calcio: 90 minuti per chiudere la pratica
Domenica 09 maggio 2021
22:15 In Copertina Pordenone-Cosenza, il prepartita di mister Domizzi 18:20 Arti Marziali Judo. La vicepresidentessa Bridge ringrazia la Polisportiva Villanova 17:07 In Copertina Pordenone Calcio: Insieme! Tutti convocati! Insieme tutti! 16:43 Atletica Triathlon, trail e run. Quattro medaglie per le Fiamme Cremisi 09:17 In Copertina Pordenone-Cosenza, arbitra Fabbri 09:07 Calcio a 5 Calcio a 5: Martinel Pordenone, il cuore non basta passa il Chiuppano 09:03 In Copertina Pordenone Calcio: con GIVOVA nasce la felpa "ufficiale" dei ragazzi dell'Area Giovani del Cro 08:58 In Copertina Pordenone Calcio: ai Ramarri serve un punto per andare in ferie
Venerdì 07 maggio 2021
16:42 In Copertina Venezia-Pordenone, Domizzi: "Sapevamo che si sarebbe potuto arrivare all’ultima giornata" 15:58 In Copertina Ramarri a 90 minuti dalla salvezza; Venezia-Pordenone 0-0, il tabellino 08:30 In Copertina Pordenone Calcio: i leoni di Niederauer contro i ramarri di Lovisa 08:29 In Copertina Pordenone Calcio: Ramarri contro il Venezia con lucidità
Giovedì 06 maggio 2021
18:06 In Copertina Venezia-Pordenone, il prepartita di mister Domizzi 15:17 In Copertina Venezia-Pordenone, arbitra Piccinini 15:10 In Copertina Venezia-Pordenone, i convocati di mister Domizzi 10:06 In Copertina Pordenone Calcio: le decisioni del Giudice Sportivo; 1 turno di stop a Magnino